Informazioni Tecniche

Schema Applicativo

schema_applicativo

I prodotti standard proposti ai mercati B2B e B2C da parte OperaBit srl, denominati M.AgiC. INDUSTRIAL – M.AgiC. SET – M.A.giC. EMBEDDED – M.A.giC. STAND ALONE, si basano su un “gateway applicativo unico” (una sola applicazione pre-configurata, un Universal Protocol Translator – UTP – ONLY ONE APP) che permette di controllare tutti i dispositivi compatibili senza necessità di installazione di ulteriori App sullo Smartphone/Tablet (raggiungibile con la stessa semplicità di un sito internet) utilizzabile dal normale browser (programma che serve per navigare in internet) preinstallato in tutti i dispositivi.

Il dispositivo mobile dell’utente sfrutta la normale connessione wi-fi (dall’interno dell’area, per es. nell’abitazione) ovvero internet dall’esterno cliccando su un semplice link (stesso modello di link che si usa per i siti internet).

L’applicazione, se installata in un’apposita scheda (single-board computer) anche ed eventualmente integrata su un altro prodotto (per es. un elettrodomestico), si occuperà di comunicare con tutte le periferiche compatibili fornite o acquistate liberamente sul mercato.

Questo software di base consente di creare personalizzazioni per i clienti business (B2B) tali da attivare servizi innovativi tra i quali citiamo il “check up” periodico della funzionalità dei prodotti, il “remote restart“ dei prodotti, “gli allarmi e la manutenzione preventiva”, “l’assistenza e la risoluzione dei problemi tecnici”, l’analisi delle “performance” dei prodotti e delle “abitudini” dei clienti ecc. ecc.. Taluni servizi di “analisi e monitoraggio” sono inclusi nel prodotto “stand alone” da vendersi autonomamente (B2C) alla clientela finale.

Il software ed i servizi innovativi per le imprese sono stati sperimentati su un elettrodomestico, una cappa per cucina denominata MORGANA di NOVIDEA Srl, e resi disponibili ai clienti finali dal produttore anche attraverso rivenditori autorizzati.

Il Contesto Tecnologico

L’enorme diffusione degli Smartphone e dei Tablet, avvenuta negli ultimi anni, ha spinto i produttori di dispositivi e gadget elettronici ad immettere sul mercato un’ampia varietà di apparecchi controllabili in modalità wireless da dispositivi mobili. La disponibilità di prodotti controllabili è cresciuta in modo esponenziale includendo, tra gli altri: sistemi di sicurezza, prese elettriche, lampadine, sensori ambientali, rilevatori di fumo, telecamere, bilance, televisori, sistemi Home Theatre, lettori dvd, decoder digitali. Molto spesso, il produttore fornisce un’applicazione per il controllo dallo Smartphone/Tablet (applicazione installabile sul telefonino e normalmente denominata App). In altri casi il dispositivo è previsto (predisposto) per il controllo ma non vi è alcuna applicazione specifica. I punti deboli di questo stato dell’arte sono:

1) Ogni dispositivo ha una applicazione di controllo diversa e, ad esempio, per vedere un film, l’utente deve:

a) Passare alla App di gestione del televisore e accendere il televisore;

b) Passare alla App di gestione del digitale terrestre (o del lettore DVD) per accenderlo e selezionare il canale (la scena);

c) Passare alla App di gestione dell’impianto di Home Theatre per regolare il volume.
In generale, quindi, le App sostituiscono telecomandi fisici con telecomandi software senza però diminuirne il numero o semplificarne l’utilizzo.

2) Le App devono essere installate dall’ utente e sono diverse per diversi modelli di Smartphone o Tablet: i sistemi di installazione attuali prevedono l’iscrizione a servizi on-line con una fase di registrazione laboriosa e, in alcuni casi, anche con l’inserimento dei dati della carta di credito. Ad ogni cambio di dispositivo l’utente deve reinstallare tutte le App.

3) Non è possibile la programmazione di scenari complessi: i dispositivi non possono essere azionati contemporaneamente (con un solo click) allo scopo di selezionare scenari predefiniti. Ad esempio, se accendo la Tv vorrei che fosse spenta in automatico la luce che riflette sullo schermo, chiudere la tapparella della finestra aperta sul divano e accendere la lampada da pavimento.

4) Le operazioni di configurazione del dispositivo da controllare sono a carico dell’utente: l’utente, pur acquistando un dispositivo predisposto al controllo, deve effettuare tutte le operazioni di configurazione dell’App e del dispositivo stesso. A volte sono complesse e necessitano di competenze tecniche.

5) Le App non sono intercambiabili: pur utilizzando dispositivi con stessi protocolli di comunicazione non si può utilizzare generalmente la stessa App per controllare dispositivi di produttori diversi.

Il M.A.giC. (MAGIC AREA CENTER) di OperaBit srl nasce per dare risposte e superare i limiti del contesto tecnologico come appena descritto.